fbpx

                💰 I 3 modi per reinvestire gli utili 💰

Utili, dividendi, buyback e molto altro ancora.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Ciao a tutti creativi finanziari e ben tornati sul Blog di Globance Educational.

Oggi vi parleremo di un tema molto interessante che spesso viene trascurato, l’allocazione degli utili delle società. 🤔

Come sapete quando una società chiude un bilancio produce un utile o una perdita.

📈 Il buon creativo finanziario se vuole investire su buone società dovrà cercare di puntare su quelle che riusciranno a produrre dei buoni utili negli anni futuri. 📉

Tuttavia, molti pensano che prodotti dei nuovi utili il gioco difficile sia finito, in realtà il gioco vero inizia proprio da quel momento, da quando l’azienda ha degli utili in mano e deve decidere cosa farne.

Questa fase prende il nome di allocazione. Questo stadio è molto sottovalutato, se gestito al meglio può portare a ulteriori profitti e ad una maggiore valorizzazione dell’azienda. 💰 💰

I modi principali per utilizzarli sono essenzialmente tre:

  1. Distribuire gli utili sotto forma di dividendi.
  2. Riacquistare le proprie azioni sul mercato detta anche operazione di buyback.
  3. Reinvestirli comprando altre società.

Ma vediamoli più nel dettaglio. 🤔

Una società una volta che ha determinato l’utile prodotto può decidere di distribuirlo ai soci sottoforma di dividendo.

Il calcolo del dividendo è molto semplice. Una volta determinato l’ammontare degli utili da destinare a dividendo (una società può destinare alla distribuzione sottoforma di dividendi tutto o niente o una parte dell’utile), sarà necessario dividere l’importo per il numero delle azioni in circolazione per ottenere l’importo da distribuire per ogni azione.

😉Facciamo un esempio.

La società X decide di distribuire 1.000.000 di $ di utili e ha in circolazione 10.000.000 di azioni. In questo caso di dividerà il milione di utili per le 10 milioni di azioni, ossia 0,10 $ di dividendo per azione. 💰

I dividendi possono essere distribuiti come “stock dividend”, ossia distribuiti sotto forma di nuove azioni.

Il secondo punto sull’operazione di buyback è stato già trattato ampiamente in un precedente articolo su questo blog, vi lascio qui il link per andare a leggerlo e apprendere questo argomento. 😉

Il terzo metodo è molto interessante. Una società può decidere di utilizzare i propri fondi per acquisire altre società per crescere ulteriormente. 📈 📉

L’acquisto di altre società può diventare una fonte di grandissimo valore per gli azionisti. Nuove acquisizioni permetteranno una maggiore espansione di quote di mercato, una riduzione di costi attraverso le economie di scale e l’acquisizione di Know-how.

🤔Ovviamente non risulta semplice questo ultimo metodo per una serie di motivi. Innanzitutto è necessario rispettare una serie di criteri:

  • Acquisire una società che opera nello stesso settore e abbia insieme alla società acquirente una visione strategica comune.
  • Un prezzo di acquisizione che non sia troppo alto.
  • I benefici siano superiori all’alternativa di comprare azioni proprie.

Insomma, il gioco non finisce dopo aver determinato l’utile anzi… il gioco inizia proprio lì. 💰 💰 💰

Se volete acquisire azioni di società da veri creativi finanziari dovrete studiare bene come i dirigenti gestiscono gli utili una volta conseguiti.

📚Se volete approfondire l’argomento vi consiglio una serie di libri per apprendere questo tema sono: 📚

  1. “Outsiders: Eight Unconventional CEOs and Their Radically Rational Blueprint for Success” di William N. Thorndike Jr (2012). In questo libro l’autore aggiunge altri tre metodi di allocazione del capitale da parte dei manager, ossia investimenti in Capex, rimborso debiti e piani di Joint Venture.
  2. “The Essays Of Warren Buffett” di Lawrence Cunningham (abbiamo già fatto una recensione in questo blog su questo libro qualche mese fa, qui trovate il link) dove troverete una bella sezione sul riacquisto di azioni proprie, sulle politiche dei dividendi e sull’allocazione del capitale in generale (2015).
  3. “Value Investing. La guida definitiva all’investimento azionario” di Gianluca Ferrari (2015).

Beh, cosa ne dite? Carichi ad avventurarvi nella ricerca delle migliori società per l’allocazione di capitali? Pronti ad avventurarvi nei bilanci aziendali per scoprire le società che preferiscono riacquistare le loro azioni o fare nuove acquisizioni? ✍Scrivete nei commenti cosa ne pensate e se conoscevate questa tema.

Buoni investimenti e alla prossima da Mattia Tasca 👋👋👋

Facebook
LinkedIn
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.