“Il successo spiegato ai miei figli” di Jim Rogers

Rogers si rivolge alle sue due figlie piccole e spiega attraverso 13 lezioni come dovrebbero approcciarsi con il mondo. Toccando diversi temi e aggiungendo la sua personale esperienza, Rogers illustra come il mondo di oggi abbia avuto dei mutamenti che nessuno può ignorare.

Jim Rogers è un nome molto conosciuto nell’ambito del mondo delle materie prime e degli hedge fund. Insieme a George Soros, fonda il Quantum Fund che otterrà nei 10 anni successivi un rendimento del 4200%. Nel 1980 Rogers si ritira dagli affari, e inizia a viaggiare per il mondo in moto entrando, per le sue imprese sportive, nel Guinness dei Primati. Dopo alcuni anni, tornato in USA, si specializza nelle materie prime diventando un guru del settore.

In questo libricino, scritto nel 2009, Rogers si rivolge alle sue due figlie piccole e spiega attraverso 13 lezioni come dovrebbero approcciarsi con il mondo. Toccando diversi temi e aggiungendo la sua personale esperienza, Rogers illustra come il mondo di oggi abbia avuto dei mutamenti che nessuno può ignorare.

Il titolo del libro sembra che sia rivolto solo a chi è genitore, in realtà si rivolge a tutti i giovani che oggi stanno affrontando sfide del nuovo secolo. Anche io, che non ho figli, ho trovato interesse ed informazioni dalla lettura di questo libro, vedendo Rogers come un maestro e prendendo spunto dalle sue parole per comprendere meglio il mondo che ci circonda e come comportarci di conseguenza.

Ecco le 13 lezioni o comandamenti come le definisce Jim Rogers:

  1. Andate avanti per conto vostro: non lasciare che gli altri pensino per voi.
  2. Concentratevi su quello che vi piace. Cercate di appassionarvi continuamente a prescindere dall’età.
  3. Buone abitudini. Cercate di avere sempre iniziativa e attenzione ai dettagli.
  4. Il senso comune non è così comune.
  5. Parte I: il mondo al centro delle vostre aspettative. Abbiate una mente aperta.
  6. Parte II: studiate la filosofia per imparare a pensare. La filosofia vi aiuterà a ragionare ed analizzare.
  7. Parte III: imparare la storia.
  8. Parte IV: studiate le lingue (soprattutto il cinese).
  9. La Cina. Sarà il protagonista di questo prossimo secolo.
  10. Conoscete bene voi stessi. Non seguite la massa e imparate a conoscere i vostri punti deboli.
  11. Accogliere il cambiamento. Imparare a gestire i cambiamenti nella vostra vita.
  12. Guardare il futuro.
  13. La fortuna sorride chi persevera negli sforzi. Siate diligenti e perseveranti, solo così otterrete risultati.

Alla fine del libro troverete una piccola serie di regole che l’autore ritiene gli siano state molto utili.

Attraverso queste lezioni, condensate da esperienze personali, illustra come applicarle con una serie di aneddoti.

  • Un esempio è quando venne deriso da una giornalista per aver comprato zucchero a 12,2 centesimi al chilo, successivamente questa commodity triplicò di prezzo. Certe volte il modo migliore per investire è sperimentare cose che nessuno ha ancora sviluppato, puntare nei mercati a ribasso e fare attenzione a quello che gli altri trascurano.
  • Le leggi della domanda e dell’offerta alla fine hanno la meglio. Il mercato delle materie prime è l’esempio.
  • La conoscenza è nei libri ma può essere ancora più grande se siamo capaci di guardare oltre viaggiando per le diverse zone del mondo, non solo come turisti ma cercando di farne parte, comprendendo le culture e vivendo come gli abitanti e cercando di vedere dal loro punto di vista le cose. Rogers ha fatto proprio questo mentre girava il mondo con la sua moto.

Se leggerete questo libro cercate di farlo con una mentalità aperta, assorbirete così le lezioni di Rogers analizzando gli eventi e le informazioni in modo diverso da prima.

Se volete approfondire questo personaggio, vi consiglio questi articoli:

Beh, cosa ne dite? Pronti a immergervi nella lettura di questo simpatico libricino? Curiosi di sapere quali consigli il vecchio Rogers ha dato alle sue figli? Fateci sapere se l’avete letto.

Buoni investimenti e alla prossima da Mattia Tasca 👋👋👋

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *