fbpx

   💰 Le opzioni con Marco Doni  (4° caso studio) 💰

Opzioni, strategie, e profitti su Cnbc con Marco Doni.

Bentornati a tutti i creativi finanziari sul nostro blog. 👋👋👋

Oggi riprendiamo con un caso studio sulle opzioni con Marco Doni.

L’operazione presentata è stata sviluppata negli interventi a CNBC (dove Marco è ospite il mercoledì mattina) 8 settembre/29 settembre/10 novembre (qui trovate i link dei video).

Il titolo interessato è AWK, ossia American Water Works, società di utilities che si occupa della gestione e distribuzione del servizio idrico tra il Canada e gli Stati Uniti d’America.

Marco ha illustrato al primo intervento in CNBC una visione di tipo rialzista del titolo e per questo ha deciso di entrare a mercato.

🤔 I modi per farlo erano essenzialmente due:

  • Comprare il titolo. In quel momento Awk quotava intorno ai 180$, quindi l’investitore in questo caso per partecipare deve acquistare direttamente il titolo e rischiare 180 $ per ogni azione comprata e deve aspettare che il titolo salga per guadagnare.
  • Oppure comprare una opzione call per ridurre il rischio e gestire in un secondo momento la posizione. L’investitore compra una opzione call (ossia il diritto di comprare) pagando un premio, in questo caso si rischiano meno soldi rispetto all’acquisto diretto del titolo.

📈 Marco sceglie la seconda opzione ed entra a mercato comprando 2 opzioni call ad uno strike (qui trovate la definizione di strike) di 160 $ con scadenza marzo 2022 (questo tipo di opzione viene definito LEAPS, ossia scadenza molto lunga) pagando un premio. Per ridurre il rischio e finanziare l’acquisto decide di vendere anche due opzioni call con strike 180 con scadenza 35 giorni, incassando un premio. 📉

L’operazione nel suo complesso porta ad un esborso di circa 5000 $. Questo tipo di operazione viene definita “Diagonal” perché sfrutta livelli di prezzo e scadenze differenti.

Se Marco avesse optato per la prima opzione (acquisto diretto del titolo) avrebbe avuto un esborso di circa 36.000 $, ossia il prezzo dell’azione in quel momento (180$) per 200 titoli.

🤔 Cosa è accaduto?

Marco è tornato in CNBC (29/9/2021) con una modifica della strategia, spiegando che ha riacquistato le call vendute incassando un profitto netto di 350 $ il 27 settembre 2021 e ha rivenduto altre due opzioni call con scadenza 19/11/21 ad uno strike di 180 e incassando un premio di 460 $. 💰

In un successivo intervento (10/11/2021) Marco ha illustrato il suo riacquisto anche di queste opzioni call con un profitto netto di 240$ per poi rivenderle ad uno strike di 175 e incassando un premio di 330$. 💰

Dopo appena 8 giorni ha riacquistato anche queste opzioni ottenendo un profitto in questo caso di 260 $.

Fino a questo momento, Marco ha incassato ben 850 $ di premi. Mica male!!! 💰 💰 🤑

🤔 Questa strategia permette due vantaggi enormi:

  • Sfruttare la visione rialzista di un titolo riducendo il rischio, ricordate che acquistando direttamente il titolo rischiate 180$ per azione con le opzioni riducete le fiches sul piatto.
  • Potete incassare dei premi periodicamente, come se fossero degli affitti, con tranquillità.

Per il lettore attento, l’operazione è ancora in essere e se vorrete sapere come Marco la sta gestendo non vi resta che seguire i suoi interventi su CNBC e continuare a leggere i nostri articoli sul blog. 😉

In più potete seguire l’operatività di Marco sul suo sito marcodoni.net dove troverete altre operazioni con il metodo Optionsquare e molto materiale gratuito oppure 📚 leggere i suoi libri (potete trovarli a questo link).

A questo link potete trovare anche un video dove illustra alcuni risultati che ha ottenuto nel 2021. 🤑

Beh, cosa ne dite? Pronti anche voi ad addentrarvi nel mondo delle opzioni? Pronti a seguire Marco Doni a Class CNBC? ✍Scrivete nei commenti le vostre domande e se operate già nel mondo delle opzioni.

Buoni investimenti e alla prossima da Mattia Tasca 👋👋👋

Facebook
LinkedIn
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.