📚I libri consigliati da Charlie Munger, braccio destro di Warren Buffett e numero 2° della Berkshire Hathaway 📚

I libri consigliati da Munger nel suo libro, “Poor Charlie’s Almanack”.

Fonte: Poor Charlie's Almanack

Qualche tempo fa abbiamo parlato in alcuni articoli di Charlie Munger e del suo libro “Poor Charlie’s Almanack”. 📚

Munger, oltre ad essere il vice presidente della Berkshire è famoso anche per essere il “braccio destro” di Warren Buffett. Lo stesso Buffett ha riconosciuto l’enorme valore di Munger sulla sua attività d’investimento. Munger convinse Buffett a tralasciare le strategie di Benjamin Graham (che si basavano su un approccio quantitativo) e a concentrarsi sugli aspetti qualitativi di una società.

Munger è noto anche per essere un grandissimo filantropo. Negli anni ha finanziato la costruzione di dormitori, borse di studio e fondazioni mediche.

💰 Ad oggi il patrimonio personale di Charlie Munger supera i 2 miliardi di $. 💰

Un’altra caratteristica di Munger che tutti riconoscono è la sua incredibile passione per la lettura. Le persone più strette l’hanno definito più volte “un libro con due gambe”. Munger è un accanito lettore e durante conferenze, pubblicazioni o altri eventi consiglia sempre dei libri che lo hanno influenzato. 📚

📚 In particolare nella sua pubblicazione “Poor Charlie’s Almanack” (il titolo si ispira all’Almanacco di Benjamin Franklin, di cui Munger è un fan) elenca una serie di libri: 📚

  • Deep Simplicity: Bringing Order to Chaos and Complexity di John Gribbin, (2005). Gribbin è un astrofisico che ha scritto questo interessante libro sulle linee guida della teoria del caos, riportando una serie di esempi per poterla applicare alla vita quotidiana.
  • F.I.A.S.C.O.: The Inside Story of a Wall Street Trader di Frank Partnoy, (1999). Frank Partnoy ha lavorato come trader a Morgan Stanley ed ha scritto questo libro dove racconta gli intrighi del mercato dei derivati. È presente solo in inglese.
  • Ice Age di John & Mary Gribbin, (2002). Si tratta di un saggio sulla teoria dell’era glaciale.
  • How the Scots Invented the Modern World: The True Story of How Western Europe’s Poorest Nation Created Our World I Everything in di Arthur Herman, (2002). Un saggio che ripercorre la storia della Scozia, illustrando in modo unico gli enormi contributi di questo paese al mondo moderno.
  • Models of My Life di Herbert A. Simon, (1996). Autobiografia del premio Nobel Herbert Simon, abbiamo già pubblicato un articolo su questo libro a questo link. Questo testo è presente in italiano.
  • A Matter of Degrees: What Temperature Reveals About the Past and Future of Our Species, Planet, and Universe di Gino Segre, (2002). Gino Segrè in questo scritto illustra come la temperatura permetta di ricostruire la storia del mondo. 🌎
  • Andrew Carnegie di Joseph Frazier Wall, (1970). Biografia tra le più famose del magnate dell’acciaio e delle ferrovie Andrew Carnegie.
  • Guns, Germs, and Steel: The Fates of Human Societies di  Jared M. Diamond, (1999). Diamond in questo libro illustra come e perché alcune civiltà si siano sviluppate in modo molto più veloce rispetto ad altre. Il concetto principale del libro è che l’ambiente è il fattore determinante. I paesi favoriti da climi gentili hanno maturato un vantaggio che è risultato essenziale nel lungo periodo. Questo libro è presente anche in italiano con il titolo “armi, acciaio e malattie”.
  • The Third Chimpanzee: The Evolution and Future of the Human Animal di Jared Diamond, (1992). Libro che ripercorre le origini dell’uomo, sottolinea come questo “animale” sia riuscito a imporsi su tutti gli altri e come il linguaggio, l’agricoltura, i comportamenti sessuali, violenza e altro abbiano punti in comune con le altre specie. Il libro è presente in italiano con il titolo “Il terzo scimpanzé”.
  • Influence: The Psychology of Persuasion di Robert B. Cialdini, (1998). Cialdini, psicologo americano, illustra I 6 schemi utilizzati dai persuasori per indurre le persone a fare quello che dicono. Libro presente in italiano con il titolo “le armi della persuasione” (personalmente lo raccomando vivamente).
  • The Autobiography of Benjamin Franklin, (2003). Si tratta della riproduzione dell’autobiografia incompleta di Benjamin Franklin. Questa autobiografia è presente anche in italiano.
  • Living Within Limits: Ecology, Economics, and Population Taboos di Garrett Hardin, (1995). Garrett Hardin, ecologista e filosofo fa un resoconto dei suoi lavori sottolineando i limiti di risorse della terra e le scelte difficili ad essi legate. 🤔
  • The Selfish Gene di Richard Dawkins, (1990). Saggio di uno dei più grandi scienziati odierni, illustra il funzionamento del nostro corpo e dei soggetti più egoisti esistenti, i nostri “geni”. Il libro è presente in italiano con il titolo “il gene egoista”.
  • Titan: The Life of John D. Rockefeller Sr. di Ron Chernow, (2004). Una delle biografie più famose dell’industriale John Rockefeller. Questo libro è uno dei pochi che si basa sulle carte private dell’archivio Rockefeller.
  • The Wealth and Poverty of Nations: Why Some Are So Rich and Some So Poor di David S. Landes, (1998). L’autore David Landes illustra come una serie di elementi culturali e storici abbiano permesso ad alcuni paesi di raggiungere un successo maggiore ad altri. Il libro è presente in italiano e presenta un capitolo intero sull’Italia.
  • The Warren Buffett Portfolio: Mastering the Power of the Focus Investment Strategy di Robert G. Hagstrom, (2000). Questo libro è una illustrazione delle strategie di Buffett e Munger (NOTA BENE: questo è l’unico libro insieme a “The Essay of Warren Buffett” che Munger raccomanda sugli investimenti). 💰
  • Genome: The Autobiography of a Species in 23 Chapters di Matt Ridley, (2000). Il libro è diviso in 23 capitoli, ognuno dei quali illustra un cromosoma. Questo scritto ripercorre l’evoluzione di una persona e come questa ci abbia resi unici.
  • Getting to Yes: Negotiating Agreement Without Giving In di Roger Fisher, William Ury, and Bruce Patton, (1991). L’autore illustra delle strategie perfette per condurre delle negoziazioni con altre persone in modo ottimale. Questo scritto si può trovare in italiano con il titolo “l’arte del negoziato”.
  • Three Scientists and Their Gods: Looking for Meaning in an Age of Information di Robert Wright, (1989). Saggio che illustra il concetto di informazione e organizzazione dell’ambito dell’organizzazione aziendale.
  • Only the Paranoid Survive di Andy Grove, (1996). Grove, presidente di Intel Corporation, illustra e spiega i modi e i metodi per comprendere i principali cambiamenti di un’industria.

🤔 Una bella lista insomma!!! I libri come avete potuto notare sono principalmente biografie, saggi di storia e di scienza. Munger ha sempre sottolineato l’importanza della lettura come strumento per i propri investimenti.

Esiste un interessante aneddoto sull’importanza che Munger dà alla lettura. Quando aveva 50 anni, venne operato per un tumore all’occhio e da allora ha un occhio di vetro. Negli anni successivi iniziò a perdere la vista anche all’altro occhio, la sua unica preoccupazione in quel momento fu di iniziare il prima possibile i metodi di lettura per ciechi per non perdere la possibilità di leggere. 💪

Vi lascio il link di un video di Munger che parla di alcuni di questi libri. 😉

Beh, cosa ne dite? Pronti ad immergervi nelle letture che hanno aiutato Munger nella sua vita? Curiosi di ripercorrere le biografie dei più grandi magnati americani? Scrivete cosa ne pensate e se avete già avuto modo di leggere qualcuno di questi libri. ✍️

Buone letture e alla prossima da Mattia Tasca 👋👋👋

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *