Libri per lo spread trading in materie prime (1)

Se vorrete andare al massimo dovrete stare sempre sul pezzo, pronti a studiare ed impegnarvi. Per questo vi consiglio un paio di libri sulle materie prime (oltre ovviamente a quello di Gabriele) che vi potrebbero aiutare in questo percorso.

Avete fatto il corso di Gabriele e ora state per diventare dei veri creativi finanziari?

Ottimo, mi complimento con voi!!!

Il corso di Gabriele è veramente di grande valore e siete fortunati ad avere un mentore come lui in questo percorso.

Se vorrete andare al massimo dovrete stare sempre sul pezzo, pronti a studiare ed impegnarvi.

Un paio di libri (oltre ovviamente a quello di Gabriele) che vi potrebbero aiutare in questo percorso, e che vi consiglio, sono i seguenti:

  • Higher probability commodity trading” di Carley Garner, 2016.
  • Investire in materie prime” di Maurizio Mazziero, 2017.

Il primo libro è stato scritto da Carley Garner nel 2016. Con una scrittura tecnica, ma gradevole, viene affronta il mondo delle materie prime per renderlo alla portata di tutto.

Carley Garner è una analista e broker americana del mercato delle materie prime, autrice, oltre di “Higher Probability Commodity Trading”, di “Currency Trading in the FOREX and Futures Markets”, “A Trader’s First Book on Commodities”, “Commodity Options”. Collabora con il programma televisivo Mad Money condotto da Jim Cramer sulla CNBC ed è una collaboratrice di RealMoney.com

Il libro “Higher Probability Commodity Trading” è diviso in 4 sezioni:

  1. Introduzione alla speculazione e all’analisi delle materie prime. In questa sezione si analizza cosa è il mercato delle materie prime, quali sono gli strumenti per poterci operare, l’analisi tecnica e fondamentale, le principali tendenze stagionali (e cosa le provoca) e cosa si intende per C.O.T.
  2. Sviluppo delle strategie nel trading in materie prime. Si spiegano le strategie principali di questo mercato: le pozioni in futures, il day trading, lo spread trading, le opzioni, la gestione dei futures e come costruire il proprio portafoglio in modo equilibrato.
  3. Pensare fuori dagli schemi per la selezione del prodotto, lo sviluppo della strategia e la gestione del rischio. Qui l’autrice riprende il concetto dei mini contratti e del VIX.
  4. Implementare quello che tu hai imparato. Una serie di suggerimenti per ottimizzare la propria operatività, riguardante i costi del broker, una più approfondita gestione del rischio (stop loss, leverage, opzioni per gestire il rischio, strategie sintetiche, margine) e alcune indicazioni per sfruttare la volatilità del mercato.

Tutti gli operatori di spread trading in materie prime per operare, devono studiare e seguire i fondamentali delle varie materie in modo attento e approfondito. L’altro libro che sicuramente vi potrà aiutare molto da questo punto di vista è “Investire in materie prime” di Maurizio Mazziero.

Analista finanziario, socio Professional SIAT (Società Italiana di Analisi Tecnica) e fondatore della Mazziero Research, spesso partecipe a convegni seminari e programmi televisivi. Gli altri libri che ha scritto sono: “La crisi economica e il macigno del debito”, “Guida all’analisi tecnica” e “Manuale dell’investitore consapevole”.

“Investire in materie prime” è un libro semplice che si sofferma molto attentamente su ogni materia prima, senza trascurare nessun aspetto. Con una scrittura molto lineare, è diviso in 5 parti:

  1. Breve storia dei mercati delle materie prime. Un breve riassunto di come sono nati i mercati delle materie prime e come funzionavano.
  2. Le materie prime: mercati e strumenti. Qui si illustrano i principali strumenti utilizzati in questo tipo di mercato, dai futures alle opzioni, passando per il C.O.T.
  3. I fattori fondamentali delle materie prime. Questa è la sezione più corposa dove vengono illustrate singolarmente le materie prime in modo dettaglio (domanda, offerta, strumenti più utilizzati, ecc.).
  4. Investire nelle materie prime con gli ETC. Si illustra come gli ETC siano utili come strumento al piccolo investitore.
  5. Hedging aziendale sulle materie prime. Una bellissima sezione per spiegare come le aziende possano coprire il loro rischio di fluttuazioni forti delle materie prime.

Più due appendici molto utili, in una vengono illustrate le fonti informative e i report principali per ogni materia prima, nell’altra si sottolineano le varie unità di misura utilizzate in questo settore.

Allora, pronti ad avventurarvi negli intrighi delle materie prime? Pronti a sfruttare le stagionalità con i futures? Scrivete nei commenti cosa ne pensate.

Buone letture e alla prossima da Mattia Tasca 👋👋👋

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

6 commenti su “Libri per lo spread trading in materie prime (1)”

  1. Germano Arisi

    Ciao Mattia grazie di questo spunto tanto interessante quanto difficile nella pratica in quanto richiede un livello professionale alto.

  2. Pingback: Le componenti della domanda e dell’offerta dell’oro

  3. Pingback: Le componenti della domanda e dell’offerta dell’argento

  4. Pingback: Il grano e le sue componenti

  5. Pingback: Il mais e le sue stagionalità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *