fbpx

💰 I memo di Howard Marks, il n°1 di Oaktree Capital Management 📈

Marks e i suoi memo.

Fonte: Oaktree Capital Management Sito

Ciao a tutti i creativi finanziari e buon mercoledì. 👋👋👋

Oggi vogliamo parlarvi di una newsletter molto seguita dai guru di Wall Street.

Stiamo parlando della newsletter del grande investitore Howard Marks.

In alcuni articoli abbiamo già parlato di questo personaggio (qui trovate un nostro recente articolo) e del suo straordinario track record di rendimento (19% annuo dalla metà degli anni ‘90).

Per chi lo conosce già sa che Howard Marks è il fondatore e amministratore delegato della società di investimenti Oaktree Capital Management, che gestisce oltre 150 miliardi di $. 💰 🤑

💰 Ad oggi il patrimonio netto di Howard Marks ammonta a circa 2,2 miliardi di $. 💰

Periodicamente Marks pubblica alcuni memo di una decina di pagine sul suo sito. Questi pdf vengono inviati anche tramite mail e vi basta iscrivervi a questo link e riceverete tranquillamente le lettere quando vengono pubblicate.

Questi memo sono molto seguiti dagli investitori e guru di Wall Street sin da quando Marks ha iniziato a pubblicarli (inizio anni ‘90); pensate che un grandissimo fan dei memo di Marks è il vecchio Warren Buffett (ha detto di lui: “quando vedo i promemoria di Howard Marks nella mia posta, sono la prima cosa che apro e leggo. Imparo sempre qualcosa “). 😉

In questo articolo vi voglio parlare in particolare del suo ultimo memo, uscito il 31 marzo 2022 (potete trovarlo qui).

Marks discute di un paio di punti molto attuali. Il primo riguarda il contesto energetico tra Russia ed Europa, il secondo riguarda la procedura dell’offshoring. 🤔

Partiamo dal primo punto. Marks sottolinea come la politica degli ultimi anni in Europa abbia portato ad una forte dipendenza energetica da parte della Russia. Il paese russo fornisce circa un terzo del petrolio, il 45% del gas e il 50% del carbone all’Europa per soddisfare i propri bisogni energetici.

📉 Questa situazione complica molto la politica di sanzioni verso la Russia da parte di alcuni paesi, specialmente data la difficoltà nell’organizzare fonti alternative di energie in breve tempo. 📈

Marks ipotizza anche come sia molto probabile una riattivazione delle centrali nucleari spente nel 2021 per cercare di compensare in parte le importazioni energetiche dalla Russia.

L’altro punto sottolineato da Marks è il processo di offshoring. Negli ultimi decenni abbiamo visto una delocalizzazione di centri produttivi. 🤔

Tuttavia, le recenti dinamiche legate al covid hanno portato a delle interruzioni di fornitura di beni verso i paesi occidentali, portando a delle carenze su diverse fasi dei processi produttivi.

Marks fa l’esempio molto interessante del settore dei semiconduttori.

“Mentre le chiusure indotte dalla pandemia hanno ostacolato l’offerta, la domanda di chip ha continuato a salire con la riapertura delle economie. La conseguente carenza di chip ha scosso diverse industrie con tempi di consegna – il divario tra quando un semiconduttore viene ordinato e quando viene consegnato è al massimo storico di 22 settimane.

La carenza di chip è una manna per le aziende di semiconduttori, ma le aziende a valle stanno lottando. Le case automobilistiche globali sono destinate a produrre 7,7 milioni di auto in meno nel 2021, il che si traduce in un colpo da 210 miliardi di dollari per le loro entrate. Anche l’elettronica di consumo ha subito un colpo, con prodotti popolari come la console PlayStation 5 a corto di scorte. (Visual Capitalist)”

Questa situazione sta portando ad una riflessione su questo processo, con la possibilità di un parziale procedura inversa nei prossimi anni, tornando in parte ad un approvvigionamento locale. 📈 📉

Punti che se volete approfondire potete leggere direttamente il memo di Marks e risalire anche alle fonti dei dati che vengono forniti.

Quindi non vi resta che correre ad iscrivervi alla sua newsletter e iniziare a seguire le sue interessantissime riflessioni. 💪 😉

Su internet potete trovare tranquillamente anche le sue lettere passate.

Beh, cosa ne dite? Pronti ad avventurarvi nella lettura dei memo di Marks? Conoscevate già questa newsletter e/o vi siete già iscritti? Scrivete nei commenti cosa ne pensate e se avete già letto qualche suo memo. 😉

Buoni investimenti e alla prossima da Mattia Tasca 👋👋👋

Facebook
LinkedIn
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.