fbpx

📈 I principali indici azionari 📉

Indici, borsa e azioni.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Ciao a tutti i creativi finanziari e ben tornati sul blog di Globance. 👋👋👋

Oggi vi parliamo di un argomento molto interessante, gli indici azionari.

I mercati azionari sono utilizzati per monitorare l’andamento dell’economia, in quanto rappresentano un’idea delle prospettive di crescita e di stabilità. E il modo migliore per seguire i mercati è l’utilizzo di indici rappresentativi. 😮

Gli Indici rappresentano la media delle quotazioni di una serie di titoli in generale o in uno specifico settore.

L’indice di un mercato azionario rappresenta quindi un ottimo strumento di sintesi per analizzare un mercato o un certo insieme di titoli (ovviamente, i vari titoli inseriti sono scelti su una serie di criteri della società che rappresentano).

Esistono principalmente due tipi di indici: semplici o ponderati.  Gli indici “semplici” sono calcolati con una media semplice mentre per quelli ponderati viene impiegata la media ponderata dei prezzi dei titoli che compongono il paniere. 💰 💰

Un’altra classificazione che possiamo trovare è quella tra indici azionari e obbligazionari. 🤔

In questo articolo vedremo i principali indici dei mercati azionari mondiali e che cosa rappresentano.

Ovviamente potete trovare ulteriori informazioni sui siti delle varie borse per comprendere i metodi di calcolo, i titoli contenuti, i dati passati e le aziende che gestiscono la loro composizione.

🤔 La borsa americana ha come principali indici:

  • S&P500, lo Standad & Poor 500 è l’indice che rappresenta le 500 società più capitalizzate della Borsa americana e viene considerato quello più rappresentativo dell’andamento dell’economia.
  • Indice Russell 3000, rappresenta oltre il 90% del mercato azionario e contiene i 3000 titoli di maggiore capitalizzazione. Viene considerato il più rappresentativo nel misurare l’andamento dell’economia e della Borsa.
  • Russell 2000, questo indice contiene i titoli delle 2000 società meno capitalizzate del Russell 3000 e consente di misurare l’andamento della società medio/piccole.
  • Nasdaq, questo è l’indice che rappresenta il settore tecnologico degli Stati Uniti e anche di altri Paesi.
  • Dow Jones Industrial Average, questo indice contiene i 30 titoli quotati al prezzo più alto, quindi non viene preso in considerazione il grado di capitalizzazione delle singole società. Questo indice viene considerato meno attendibile rispetto al S&P500.

Borsa tedesca:

  • Il Dax della Borsa di Francoforte rappresenta i 40 maggiori titoli tedeschi per capitalizzazione e viene calcolato da Deutsche Börse AG, la società che gestisce il mercato azionario tedesco. L’indice rappresenta i titoli in base al loro grado di capitalizzazione.

Borsa francese:

  • Cac 40 della Borsa di Parigi, rappresenta i 40 maggiori titoli francesi per capitalizzazione.

Borsa inglese:

  • FTSE 100, rappresenta i 100 titoli di maggiore capitalizzazione della borsa inglese.

Borsa giapponese:

  • Nikkei 225, è l’indice di riferimento della banca del Giappone e rappresenta le prime 225 società quotate.

🤔 Borsa italiana:

  • FTSE Italia All Shares, questo indice è un paniere di 250 titoli e contiene tre indici (FTSE MIB, FTSE Italia Mid Cap e FTSE Italia Small Cap).
  • FTSE MIB, è l’indice di riferimento della Borsa Italiana, rappresenta infatti l’80% della capitalizzazione di mercato e contiene 40 titoli di società.
  • FTSE Italia Mid Cap, si tratta di un indice di 60 titoli di società a media capitalizzazione.
  • FTSE Italia Small Cap, raccoglie tutte le società escluse nei due precedenti indici.

Un altro indice molto importante da considerare è l’Eurostoxx 50. Questo è un indice che rappresenta le più importanti aziende dell’eurozona ed è nato nel 1998. I 50 titoli che compongono l’indice sono di aziende di 11 paesi: Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo e Spagna.

Questa è una breve panoramica dei principali indici azionari mondiali, se seguirete periodicamente il loro andamento vi renderete sempre più consapevoli dell’andamento e dei meccanismi dell’economia dei rispettivi paesi. 😉

Allora, cosa ne dite? Pronti a seguire gli andamenti degli indici azionari? Conoscevate già qualcuno di questi indici? Scrivete nei commenti cosa ne pensate.

Buoni investimenti e alla prossima da Mattia Tasca 👋👋👋

Facebook
LinkedIn
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.