fbpx

📈La Berkshire Hathaway, il conglomerato di Warren Buffett supera i 500.000 $ per azione📉

La Berkshire di Buffett supera i 500.000 $ di quotazione per azione.

Wikipedia
Fonte: Wikipedia

Ciao a tutti i creativi finanziari e buon inizio mese. 👋👋👋

In questo articolo vogliamo parlarvi di un record storico ottenuto dalla famosa Berkshire Hathaway di Warren Buffett. 💪 😉

La settimana scorsa, questa società, ha superato la quotazione di 500.000 $ per azione… si avete capito bene, un’azione della Berkshire costa più di mezzo milione di $. 💰

Un record che a Wall Street non conosce precedenti.

Questo risultato porta la società del vecchio Warren a capitalizzare oltre 750 miliardi di $, il che la rende la 6° società più capitalizzata al mondo.

Per la Berkshire sono state emesse anche azioni di tipo B. Questa tipologia è nata nel 1996 e ad oggi hanno una quotazione di circa 340$ (molto più abbordabili per i piccoli investitori). Oltretutto Buffett non ha mai consentito che venissero erogati dividendi (l’ultimo risale al 1967) e che ci fossero frazionamenti delle azioni (in questo video trovate una spiegazione dello stesso Buffett sul perché preferisce non frazionare le azioni). 📈📉

Negli ultimi anni la società ha ottenuto rendimenti inferiori a quelli del mercato ma recentemente le sue quotazioni sono tornate a correre. I motivi secondo gli analisti sono diversi: 💰 🤔

  • L’azione è vista come un titolo difensivo in un mondo sconvolto dalla guerra in Ucraina e dall’aumento dell’inflazione (Jonathan Stempel).
  • “La maggiore esposizione della Berkshire all’energetico e dei servizi pubblici insieme all’entusiasmo degli investitori per gli aggressivi riacquisti di azioni del Berkshire hanno guidato la performance delle azioni” (Cathy Seifert).

Insomma Buffett ha stupito ancora una volta con questo nuovo record. 💪 😉

La Berkshire Hathaway era nata nel 1889 con il nome di Berkshire Cotton Manufacturing come produttore tessile. Nel 1955 si fuse con la Hathaway Manufacturing, divenendo così la Berkshire Hathaway.

Tra gli anni ’50 e ’60 la società subì una forte crisi tanto da temerne la sopravvivenza; in quegli anni le azioni oscillavano intorno agli 8 e 14 $ mentre il valore contabile per azione era superiore ai 16 dollari. In questi anni Buffett iniziò a comprare le prime azioni. 📉

Preso il controllo della società Buffett cercò, insieme a Ken Chace, di ribaltare l’intera azienda per farla tornare in profitto. Fu tutto inutile!!! 😧

La Berkshire continuò a fare fatica. Negli anni ’70 si iniziarono a chiudere i primi impianti (sia per l’aumento della concorrenza straniera sia per la grande quantità di capitale necessaria per mantenere gli impianti aperti). Nel 1985 si ufficializzò definitivamente l’uscita della società dal settore tessile.

In tutto questo declino, Buffett non si perse d’animo anzi…

Appena preso il controllo della società, Buffett comprò, con i fondi della Berkshire, una società di nome National Indemnity Company, una piccola compagnia di assicurazioni. 🤔

Questo fatto che può sembrare di poca importanza fu l’inizio della rinascita della Berkshire.

Da quel momento Buffett (1967) iniziò a reindirizzare parte del capitale interno della Berkshire su altri investimenti, settore assicurativo in primis. E quando a metà anni ‘80 ci fu la chiusura degli impianti tessili la società non era mai stata così in forma dal punto di vista economico e finanziario. 💪 😉

La società aveva ampliato il suo portafoglio di partecipazioni, diventando una delle principali holding americane con investimenti di prima classe in American Express, Washington Post, See’s Candy, Geico. 💰

Oggi Berkshire è diventata anche una delle più grandi società di assicurazione al mondo e detiene un portafoglio di partecipazioni di oltre 350 miliardi di $. 💰 💪 😉

Una storia eccezionale. Pensate se non ci fosse stato Buffett, quasi sicuramente la Berkshire avrebbe chiuso i battenti e non ne avremmo mai sentito parlare, invece oggi batte un record a Wall Street.

📚 I libri più interessanti che a mio giudizio descrivono meglio la Berkshire sono: 📚

  • Building the next Berkshire” di Daniel Braem, 2009. Libro con qualche anno ma molto interessante.
  • Inside the investments of Warren Buffett” di Yefei Lu, 2018. Libro che racconta una serie di operazioni di Buffett e contiene un capitolo solo per la Berkshire.
  • Il metodo Warren Buffett” di Robert Hagstrom, 2014.
  • E ovviamente le lettere agli azionisti che potete trovare sul sito

Per concludere vi ricordo che martedì 29 marzo 2022 ci sarà la diretta con il nuovo coach sulle azioni, Claudio Crisi. In questa diretta potrete vedere come Claudio sia riuscito ad ottenere rendimenti eccezionali con una serie di strategie molto particolari sulle azioni. 💪 😉

Se volete partecipare iscrivetevi a questo LINK.

Beh, cosa ne dite? Pronti ad immergervi nella lettura delle lettere agli azionisti? Curiosi di approfondire le evoluzioni di questa società? ✍Scrivete nei commenti cosa ne pensate e se conoscevate già questa società.

Buoni investimenti e alla prossima da Mattia Tasca 👋👋👋

Facebook
LinkedIn
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.